Pagina Precedente

Cosa deve fare un serramentista per  essere in regola con norme e normative tutelarsi da eventuali contenziosi dovuti ad una cattiva posa in opera  e  accrescere la propria competitività?

  • Predisporre un Manuale di Posa nelle nuove costruzioni che contenga, oltre ad informazioni di carattere generale, le schede tecniche di tutti i prodotti e i materiali da utilizzare e la descrizione di come realizzare la posa dei propri serramenti nei diversi tipi di pareti standard, per varie posizioni della finestra rispetto al filo della muratura, con diversi tipi di controtelai e in presenza o meno di sistemi di oscuramento/ombreggiamento.
  • Predisporre un Manuale di Posa negli interventi di ristrutturazione/riqualificazione che contenga, oltre ad informazioni di carattere generale, le schede tecniche di tutti i prodotti e i materiali da utilizzare e la descrizione delle operazioni preliminari da compiere sul vecchio infisso, di come sigillare la connessione tra il vecchio controtelaio/telaio murato e la muratura, di come realizzare la posa dei nuovi serramenti sul vecchio controtelaio/telaio murato, per varie posizioni rispetto al filo della muratura e in presenza o meno di sistemi di oscuramento/ombreggiamento
  • Predisporre un Atlante delle Tavole Grafiche di Posa nelle nuove costruzioni riportanti in scala adeguata i disegni delle soluzioni di posa dei propri serramenti nei diversi tipi di pareti standard, per varie posizioni della finestra rispetto al filo della muratura, con diversi tipi di controtelai e in presenza o meno di sistemi di oscuramento/ombreggiamento

Committenti e utenti finali

Costituiscono l’ago della bilancia in quanto sono i soggetti che più di tutti gli altri possono contribuire con le proprie scelte e i propri comportamenti al superamento dell’attuale profondo divario tra qualità dei serramenti in laboratorio e qualità dei serramenti in opera.

E’ quindi importante che prendano piena coscienza di:

  • come una posa non corretta possa vanificare le prestazioni di un serramento e determinare sprechi energetici e discomfort ambientale
  • quanto – in un’ottica a medio medio-lungo termine – i vantaggi in termini di risparmi sui costi di raffrescamento/riscaldamento e miglioramento delle condizioni di comfort abitativo interno siano di gran lunga superiori agli eventuali maggiori costi di acquisto e installazione rispetto a soluzioni alternative solo apparentemente più economiche
  • perchè sia importante scegliere aziende che abbiano progettato con attenzione la posa in opera dei propri serramenti, qualificato adeguatamente i propri posatori ed – eventualmente – certificato i propri prodotti con un sigillo di qualità

La Posa in Opera

Un “dettaglio” che fa la differenza tra un buon serramento in laboratorio e un buon serramento in opera

La maggior parte dei serramenti disponibile oggi sul mercato ha caratteristiche davvero impensabili fino a poco tempo fa: la sempre maggiore richiesta da parte dei progettisti e dei committenti di serramenti adeguati alla realizzazione di involucri edilizi a basso consumo energetico e ad alto comfort ha infatti portato l’industria del settore ad investire molto negli ultimi decenni per poter raggiungere livelli qualitativi sempre più elevati.

A fronte di questo enorme passo in avanti in termini di qualità dei serramenti si sarebbe dovuto registrare un altrettanto deciso miglioramento nella qualità della posa in opera, invece incredibilmente le modalità di installazione nella maggior parte dei casi sono rimaste ferme a più di venti anni fa.

Questa diffusa arretratezza nelle modalità di connessione al vano murario vanifica gli sforzi fatti per ottimizzare le caratteristiche dei serramenti e causa sprechi energetici, condizioni di discomfort all’interno degli ambienti e problemi di condensa e muffa sulle murature contigue al serramento o addirittura all’interno dei nodi di sigillatura. Solo se un serramento sarà posato in maniera corretta potrà garantire anche in opera le stesse prestazioni misurate in laboratorio e potrà realmente concorrere a migliorare l’efficienza energetica di un edificio e la qualità di vita negli ambienti interni consentendo anche – particolare non trascurabile – dei notevoli risparmi sui costi di riscaldamento  e raffrescamento.

Le figure coinvolte

  • i Serramentisti 
  • i Progettisti, i Tecnici e le Imprese di Costruzione
  • i Committenti e gli Utenti finali

freccia 3

Serramentisti

Sono i soggetti direttamente responsabili della posa in opera sia che la eseguano in prima persona – attraverso i proprio posatori – sia che la demandino a soggetti terzi.

 

In base alle norme tecniche e alle normative vigenti è  infatti obbligatorio per un serramentista mettere i propri clienti – siano essi installatori/posatori, costruttori edili, distributori/rivenditori, committenti, utenti – nelle condizioni di effettuare una posa a regola d’arte ed è anche nel suo specifico interesse per evitare che, in caso di posa non corretta, un acquirente possa rivalersi su di lui:

  • LA NORMA DI PRODOTTO UNI EN 14351-1 all’6 prescrive che il fabbricante, se non è anche colui che installa il prodotto, deve fornire adeguate informazioni sui requisiti e le tecniche di installazione sul posto
  • LA NORMA UNI 10818: 2015 specifica al punto 1.5.3. che il fabbricante di serramenti deve fornire  al cliente (installatore/posatore, costruttore edile, distributore/rivenditore, committente, utente), conformemente alle norme di prodotto e alle disposizioni di legge, tutte le istruzioni ritenute utili e necessarie perché le prestazioni in opera del manufatto si mantengano anche dopo l’installazione
  • IL DECRETO LEGISLATIVO N° 206/2005 (noto come “Codice del Consumo”) all’ 129 stabilisce che un venditore ha l’obbligo di fornire un prodotto conforme alle caratteristiche dichiarate nel contratto di vendita precisando che, quando l’installazione è compresa nel contratto di vendita ed è stata effettuata dal venditore o sotto la sua responsabilità, la mancata rispondenza a tali caratteristiche e derivante da una imperfetta installazione equivale ad una non conformità del prodotto al contratto di vendita

 

La qualità della posa è inoltre un elemento-chiave sul quale ogni serramentista dovrebbe puntare nella propria strategia di vendita per accrescere la propria competitività sul mercato e battere la concorrenza

homepage2

freccia 3

  • Predisporre un Manuale di Istruzioni d’Uso e Manutenzione che riporti le Istruzioni sulla sicurezza in uso, sulle modalità di corretta ventilazione, sull’uso delle schermature solari, su come eseguire la manutenzione e le eventuali operazioni di registrazione e lubrificazione della ferramenta nonché la sostituzione di eventuali accessori o parti speciali
  • Effettuare una adeguata formazione tecnica dei propri dipendenti, rivenditori e/o installatori con interventi mirati a fornire le necessarie competenze e conoscenze teorico-pratiche
  • Dotare i propri prodotti del Marchio Finestra Qualità Casaclima che può dare a progettisti e consumatori finali garanzie di qualità e che quindi possa orientare la scelta verso i propri serramenti tra le tantissime offerte del mercato
  • Realizzare una attenta azione di comunicazione rivolta a progettisti e utenti finali che sia anche efficace strumento di marketing aziendale

freccia 3

Progettisti

Costituiscono nella maggior parte dei casi l’anello di congiunzione tra offerta e richiesta. Possono quindi influire sui comportamenti e sulle scelte sia dei produttori, della loro rete vendita e dei loro posatori che su quelli dei committenti pubblici e privati, delle imprese di costruzione e degli utenti finali.

Hanno quindi un ruolo fondamentale nel processo di adeguamento delle modalità di posa in opera dei serramenti agli attuali standard di efficienza energetica e comfort ambientale e alle richieste della normativa vigente.

A loro spetta:

  • Inserire negli elaborati grafici e nelle specifiche tecniche dei loro progetti i dettagli e la descrizione delle modalità di corretta posa in opera
  • Spingere i committenti pubblici ad inserire nei bandi di gara e nei capitolati d’appalto requisiti/indicazioni relativi alle caratteristiche prestazionali dei serramenti in opera e alle modalità di sigillatura dei nodi primari e secondari
  • Sensibilizzare i committenti e gli utenti finali sull’importanza di una corretta posa in opera dei serramenti e indirizzare le loro scelte in tal senso
  • Stimolare i serramentisti a curare con molta attenzione la posa in opera e a qualificare adeguatamente i propri posatori puntando su una strategia di vendita improntata sulla qualità del “prodotto in opera” anzichè sulla politica del massimo sconto
  • Verificare in cantiere – nel ruolo di Direttori dei lavori o di Consulenti dei Committenti – la correttezza della posa in opera e la rispondenza agli elaborati grafici e alla specifiche tecniche progettuali

freccia 3

La Posa in Opera

Un “dettaglio” che fa la differenza tra un buon serramento in laboratorio e un buon serramento in opera

La maggior parte dei serramenti disponibile oggi sul mercato ha caratteristiche davvero impensabili fino a poco tempo fa: la sempre maggiore richiesta da parte dei progettisti e dei committenti di serramenti adeguati alla realizzazione di involucri edilizi a basso consumo energetico e ad alto comfort ha infatti portato l’industria del settore ad investire molto negli ultimi decenni per poter raggiungere livelli qualitativi sempre più elevati.

A fronte di questo enorme passo in avanti in termini di qualità dei serramenti si sarebbe dovuto registrare un altrettanto deciso miglioramento nella qualità della posa in opera, invece incredibilmente le modalità di installazione nella maggior parte dei casi sono rimaste ferme a più di venti anni fa.

Questa diffusa arretratezza nelle modalità di connessione al vano murario vanifica gli sforzi fatti per ottimizzare le caratteristiche dei serramenti e causa sprechi energetici, condizioni di discomfort all’interno degli ambienti e problemi di condensa e muffa sulle murature contigue al serramento o addirittura all’interno dei nodi di sigillatura.

Solo se un serramento sarà posato in maniera corretta potrà garantire anche in opera le stesse prestazioni misurate in laboratorio e potrà realmente concorrere a migliorare l’efficienza energetica di un edificio e la qualità di vita negli ambienti interni consentendo anche – particolare non trascurabile – dei notevoli risparmi sui costi di riscaldamento  e raffrescamento.

Le figure coinvolte

  • I serramentisti 
  • I progettisti, i tecnici e le imprese di costruzione
  • I committenti e gli utenti finali

Serramentisti

Sono i soggetti direttamente responsabili della posa in opera sia che la eseguano in prima persona – attraverso i proprio posatori – sia che la demandino a soggetti terzi.

 

In base alle norme tecniche e alle normative vigenti è  infatti obbligatorio per un serramentista mettere i propri clienti – siano essi installatori/posatori, costruttori edili, distributori/rivenditori, committenti, utenti – nelle condizioni di effettuare una posa a regola d’arte ed è anche nel suo specifico interesse per evitare che, in caso di posa non corretta, un acquirente possa rivalersi su di lui:

  • LA NORMA DI PRODOTTO UNI EN 14351-1 all’6 prescrive che il fabbricante, se non è anche colui che installa il prodotto, deve fornire adeguate informazioni sui requisiti e le tecniche di installazione sul posto
  • LA NORMA UNI 10818: 2015 specifica al punto 1.5.3. che il fabbricante di serramenti deve fornire  al cliente (installatore/posatore, costruttore edile, distributore/rivenditore, committente, utente), conformemente alle norme di prodotto e alle disposizioni di legge, tutte le istruzioni ritenute utili e necessarie perché le prestazioni in opera del manufatto si mantengano anche dopo l’installazione
  • IL DECRETO LEGISLATIVO N° 206/2005 (noto come “Codice del Consumo”): all’ 129 stabilisce che un venditore ha l’obbligo di fornire un prodotto conforme alle caratteristiche dichiarate nel contratto di vendita precisando che quando l’installazione è compresa nel contratto di vendita ed è stata effettuata dal venditore o sotto la sua responsabilità, la mancata rispondenza a tali caratteristiche e derivante da una imperfetta installazione equivale ad una non conformità del prodotto al contratto di vendita

La qualità della posa è inoltre un elemento-chiave sul quale ogni serramentista dovrebbe puntare nella propria strategia di vendita per accrescere la propria competitività sul mercato e battere la concorrenza

Cosa deve fare un serramentista per  essere in regola con norme e normative tutelarsi da eventuali contenziosi dovuti ad una cattiva posa in opera  e  accrescere la propria competitività?

 

Cosa siamo in grado di fare per un serramentista?

Progettisti

Costituiscono nella maggior parte dei casi l’anello di congiunzione tra offerta e richiesta. Possono quindi influire sui comportamenti e sulle scelte sia dei produttori, della loro rete vendita e dei loro posatori che su quelli dei committenti pubblici e privati, delle imprese di costruzione e degli utenti finali.

Hanno quindi un ruolo fondamentale nel processo di adeguamento delle modalità di posa in opera dei serramenti agli attuali standard di efficienza energetica e comfort ambientale e alle richieste della normativa vigente.

A loro spetta:

  • Inserire negli elaborati grafici e nelle specifiche tecniche dei loro progetti i dettagli e la descrizione delle modalità di corretta posa in opera
  • Spingere i committenti pubblici ad inserire nei bandi di gara e nei capitolati d’appalto requisiti/indicazioni relative alle caratteristiche prestazionali dei serramenti in opera e alle modalità di sigillatura dei nodi primari e secondari
  • Sensibilizzare i committenti e gli utenti finali sull’importanza di una corretta posa in opera dei serramenti e indirizzare le loro scelte in tal senso
  • Stimolare i serramentisti a curare con molta attenzione la posa in opera e a qualificare adeguatamente i propri posatori puntando su una strategia di vendita improntata sulla qualità del “prodotto in opera” anzichè sulla politica del massimo sconto
  • Verificare in cantiere – nel ruolo di Direttori dei lavori o di Consulenti dei Committenti – la correttezza della posa in opera e la rispondenza agli elaborati grafici e alla specifiche tecniche progettuali
Cosa siamo in grado di fare per un progettista?

Cosa deve fare un serramentista per  essere in regola con norme e normative tutelarsi da eventuali contenziosi dovuti ad una cattiva posa in opera  e  accrescere la propria competitività?

  • Predisporre un Manuale di Posa nelle nuove costruzioni che contenga, oltre ad informazioni di carattere generale, le schede tecniche di tutti i prodotti e i materiali da utilizzare e la descrizione di come realizzare la posa dei propri serramenti nei diversi tipi di pareti standard, per varie posizioni della finestra rispetto al filo della muratura, con diversi tipi di controtelai e in presenza o meno di sistemi di oscuramento/ombreggiamento.
  • Predisporre un Manuale di Posa negli interventi di ristrutturazione/riqualificazione che contenga, oltre ad informazioni di carattere generale, le schede tecniche di tutti i prodotti e i materiali da utilizzare e la descrizione delle operazioni preliminari da compiere sul vecchio infisso, di come sigillare la connessione tra il vecchio controtelaio/telaio murato e la muratura, di come realizzare la posa dei nuovi serramenti sul vecchio controtelaio/telaio murato, per varie posizioni rispetto al filo della muratura e in presenza o meno di sistemi di oscuramento/ombreggiamento
  • Predisporre un Atlante delle Tavole Grafiche di Posa nelle nuove costruzioni riportanti in scala adeguata i disegni delle soluzioni di posa dei propri serramenti nei diversi tipi di pareti standard, per varie posizioni della finestra rispetto al filo della muratura, con diversi tipi di controtelai e in presenza o meno di sistemi di oscuramento/ombreggiamento
  • Predisporre un Atlante delle Tavole Grafiche di Posa negli interventi di ristrutturazione/riqualificazione riportanti in scala adeguata i disegni delle operazioni preliminari da compiere sul vecchio infisso, della sigillatura della connessione tra il vecchio controtelaio/telaio murato e della posa dei nuovi serramenti sul vecchio controtelaio/telaio murato, per varie posizioni rispetto al filo della muratura e in presenza o meno di sistemi di oscuramento/ombreggiamento
  • Predisporre un Manuale di Istruzioni d’Uso e Manutenzione che riporti le Istruzioni sulla sicurezza in uso, sulle modalità di corretta ventilazione, sull’uso delle schermature solari, su come eseguire la manutenzione e le eventuali operazioni di registrazione e lubrificazione della ferramenta nonché la sostituzione di eventuali accessori o parti speciali
  • Effettuare una adeguata formazione tecnica dei propri dipendenti, rivenditori e/o  installatori con interventi mirati a fornire le necessarie competenze e conoscenze teorico-pratiche
  • Dotare i propri prodotti del Marchio Finestra Qualità Casaclima che può dare a progettisti e consumatori finali  garanzie di qualità  e che quindi possa orientare la scelta verso i propri serramenti tra le tantissime offerte del mercato
  • Realizzare una attenta azione di comunicazione rivolta a progettisti e utenti finali che sia anche efficace strumento di marketing aziendale
SCOPRI

Committenti e utenti finali

Costituiscono l’ago della bilancia in quanto sono i soggetti che più di tutti gli altri possono contribuire  con le proprie scelte e i propri comportamenti al superamento dell’attuale profondo divario tra qualità dei serramenti in laboratorio e qualità dei serramenti in opera.

E’ quindi importante che prendano piena coscienza di:

  • come una posa non corretta possa vanificare le prestazioni di un serramento e determinare sprechi energetici e discomfort ambientale
  • quanto – in un’ottica a medio medio-lungo termine – i vantaggi in termini di risparmi sui costi di raffrescamento/riscaldamento e miglioramento delle condizioni di comfort abitativo interno siano di gran lunga superiori agli eventuali maggiori costi di acquisto e installazione rispetto a soluzioni alternative solo apparentemente più economiche
  • perchè sia importante scegliere aziende che abbiano progettato con attenzione la posa in opera dei propri serramenti, qualificato adeguatamente i propri posatori ed – eventualmente – certificato i propri prodotti con un sigillo di qualità
Cosa siamo in grado di fare per un utente finale?

La Posa in Opera

Un “dettaglio” che fa la differenza tra un buon serramento in laboratorio e un buon serramento in opera

La maggior parte dei serramenti disponibile oggi sul mercato ha caratteristiche davvero impensabili fino a poco tempo fa: la sempre maggiore richiesta da parte dei progettisti e dei committenti di serramenti adeguati alla realizzazione di involucri edilizi a basso consumo energetico e ad alto comfort ha infatti portato l’industria del settore ad investire molto negli ultimi decenni per poter raggiungere livelli qualitativi sempre più elevati.

A fronte di questo enorme passo in avanti in termini di qualità dei serramenti si sarebbe dovuto registrare un altrettanto deciso miglioramento nella qualità della posa in opera, invece incredibilmente le modalità di installazione nella maggior parte dei casi sono rimaste ferme a più di venti anni fa.

Questa diffusa arretratezza nelle modalità di connessione al vano murario vanifica gli sforzi fatti per ottimizzare le caratteristiche dei serramenti e causa sprechi energetici, condizioni di discomfort all’interno degli ambienti e problemi di condensa e muffa sulle murature contigue al serramento o addirittura all’interno dei nodi di sigillatura.

Solo se un serramento sarà posato in maniera corretta potrà garantire anche in opera le stesse prestazioni misurate in laboratorio e potrà realmente concorrere a migliorare l’efficienza energetica di un edificio e la qualità di vita negli ambienti interni consentendo anche – particolare non trascurabile – dei notevoli risparmi sui costi di riscaldamento  e raffrescamento.

Le figure coinvolte

  • I serramentisti 
  • I progettisti, i tecnici e le imprese di costruzione
  • I committenti e gli utenti finali

Serramentisti

Sono i soggetti direttamente responsabili della posa in opera sia che la eseguano in prima persona – attraverso i proprio posatori – sia che la demandino a soggetti terzi.

 

In base alle norme tecniche e alle normative vigenti è  infatti obbligatorio per un serramentista mettere i propri clienti – siano essi installatori/posatori, costruttori edili, distributori/rivenditori, committenti, utenti – nelle condizioni di effettuare una posa a regola d’arte ed è anche nel suo specifico interesse per evitare che, in caso di posa non corretta, un acquirente possa rivalersi su di lui:

  • LA NORMA DI PRODOTTO UNI EN 14351-1 all’6 prescrive che il fabbricante, se non è anche colui che installa il prodotto, deve fornire adeguate informazioni sui requisiti e le tecniche di installazione sul posto
  • LA NORMA UNI 10818: 2015 specifica al punto 1.5.3. che il fabbricante di serramenti deve fornire  al cliente (installatore/posatore, costruttore edile, distributore/rivenditore, committente, utente), conformemente alle norme di prodotto e alle disposizioni di legge, tutte le istruzioni ritenute utili e necessarie perché le prestazioni in opera del manufatto si mantengano anche dopo l’installazione
  • IL DECRETO LEGISLATIVO N° 206/2005 (noto come “Codice del Consumo”): all’ 129 stabilisce che un venditore ha l’obbligo di fornire un prodotto conforme alle caratteristiche dichiarate nel contratto di vendita precisando che quando l’installazione è compresa nel contratto di vendita ed è stata effettuata dal venditore o sotto la sua responsabilità, la mancata rispondenza a tali caratteristiche e derivante da una imperfetta installazione equivale ad una non conformità del prodotto al contratto di vendita

La qualità della posa è inoltre un elemento-chiave sul quale ogni serramentista dovrebbe puntare nella propria strategia di vendita per accrescere la propria competitività sul mercato e battere la concorrenza

Cosa deve fare un serramentista per  essere in regola con norme e normative tutelarsi da eventuali contenziosi dovuti ad una cattiva posa in opera  e  accrescere la propria competitività?

 

Cosa siamo in grado di fare per un serramentista?

Progettisti

Costituiscono nella maggior parte dei casi l’anello di congiunzione tra offerta e richiesta. Possono quindi influire sui comportamenti e sulle scelte sia dei produttori, della loro rete vendita e dei loro posatori che su quelli dei committenti pubblici e privati, delle imprese di costruzione e degli utenti finali.

Hanno quindi un ruolo fondamentale nel processo di adeguamento delle modalità di posa in opera dei serramenti agli attuali standard di efficienza energetica e comfort ambientale e alle richieste della normativa vigente.

A loro spetta:

  • Inserire negli elaborati grafici e nelle specifiche tecniche dei loro progetti i dettagli e la descrizione delle modalità di corretta posa in opera
  • Spingere i committenti pubblici ad inserire nei bandi di gara e nei capitolati d’appalto requisiti/indicazioni relative alle caratteristiche prestazionali dei serramenti in opera e alle modalità di sigillatura dei nodi primari e secondari
  • Sensibilizzare i committenti e gli utenti finali sull’importanza di una corretta posa in opera dei serramenti e indirizzare le loro scelte in tal senso
  • Stimolare i serramentisti a curare con molta attenzione la posa in opera e a qualificare adeguatamente i propri posatori puntando su una strategia di vendita improntata sulla qualità del “prodotto in opera” anzichè sulla politica del massimo sconto
  • Verificare in cantiere – nel ruolo di Direttori dei lavori o di Consulenti dei Committenti – la correttezza della posa in opera e la rispondenza agli elaborati grafici e alla specifiche tecniche progettuali
Cosa siamo in grado di fare per un progettista?

Cosa deve fare un serramentista per  essere in regola con norme e normative tutelarsi da eventuali contenziosi dovuti ad una cattiva posa in opera  e  accrescere la propria competitività?

  • Predisporre un Manuale di Posa nelle nuove costruzioni che contenga, oltre ad informazioni di carattere generale, le schede tecniche di tutti i prodotti e i materiali da utilizzare e la descrizione di come realizzare la posa dei propri serramenti nei diversi tipi di pareti standard, per varie posizioni della finestra rispetto al filo della muratura, con diversi tipi di controtelai e in presenza o meno di sistemi di oscuramento/ombreggiamento.
  • Predisporre un Manuale di Posa negli interventi di ristrutturazione/riqualificazione che contenga, oltre ad informazioni di carattere generale, le schede tecniche di tutti i prodotti e i materiali da utilizzare e la descrizione delle operazioni preliminari da compiere sul vecchio infisso, di come sigillare la connessione tra il vecchio controtelaio/telaio murato e la muratura, di come realizzare la posa dei nuovi serramenti sul vecchio controtelaio/telaio murato, per varie posizioni rispetto al filo della muratura e in presenza o meno di sistemi di oscuramento/ombreggiamento
  • Predisporre un Atlante delle Tavole Grafiche di Posa nelle nuove costruzioni riportanti in scala adeguata i disegni delle soluzioni di posa dei propri serramenti nei diversi tipi di pareti standard, per varie posizioni della finestra rispetto al filo della muratura, con diversi tipi di controtelai e in presenza o meno di sistemi di oscuramento/ombreggiamento
  • Predisporre un Atlante delle Tavole Grafiche di Posa negli interventi di ristrutturazione/riqualificazione riportanti in scala adeguata i disegni delle operazioni preliminari da compiere sul vecchio infisso, della sigillatura della connessione tra il vecchio controtelaio/telaio murato e della posa dei nuovi serramenti sul vecchio controtelaio/telaio murato, per varie posizioni rispetto al filo della muratura e in presenza o meno di sistemi di oscuramento/ombreggiamento
  • Predisporre un Manuale di Istruzioni d’Uso e Manutenzione che riporti le Istruzioni sulla sicurezza in uso, sulle modalità di corretta ventilazione, sull’uso delle schermature solari, su come eseguire la manutenzione e le eventuali operazioni di registrazione e lubrificazione della ferramenta nonché la sostituzione di eventuali accessori o parti speciali
  • Effettuare una adeguata formazione tecnica dei propri dipendenti, rivenditori e/o  installatori con interventi mirati a fornire le necessarie competenze e conoscenze teorico-pratiche
  • Dotare i propri prodotti del Marchio Finestra Qualità Casaclima che può dare a progettisti e consumatori finali  garanzie di qualità  e che quindi possa orientare la scelta verso i propri serramenti tra le tantissime offerte del mercato
  • Realizzare una attenta azione di comunicazione rivolta a progettisti e utenti finali che sia anche efficace strumento di marketing aziendale
SCOPRI

Committenti e utenti finali

Costituiscono l’ago della bilancia in quanto sono i soggetti che più di tutti gli altri possono contribuire  con le proprie scelte e i propri comportamenti al superamento dell’attuale profondo divario tra qualità dei serramenti in laboratorio e qualità dei serramenti in opera.

E’ quindi importante che prendano piena coscienza di:

  • come una posa non corretta possa vanificare le prestazioni di un serramento e determinare sprechi energetici e discomfort ambientale
  • quanto – in un’ottica a medio medio-lungo termine – i vantaggi in termini di risparmi sui costi di raffrescamento/riscaldamento e miglioramento delle condizioni di comfort abitativo interno siano di gran lunga superiori agli eventuali maggiori costi di acquisto e installazione rispetto a soluzioni alternative solo apparentemente più economiche
  • perchè sia importante scegliere aziende che abbiano progettato con attenzione la posa in opera dei propri serramenti, qualificato adeguatamente i propri posatori ed – eventualmente – certificato i propri prodotti con un sigillo di qualità
Cosa siamo in grado di fare per un utente finale?